I miei libri

Scrivere, una mia grande passione, un qualcosa che in certi periodi della mia vita mi è riuscito con una certa facilità, mentre in altri proprio non mi uscivano le parole dalla penna.

 

Dallo scrivere ho forse avuto le più grandi soddisfazioni personali, sfociate con illa birra artigianale libro

 “la birra artigianale”

guida ai microbirrifici” (ed.Gribaudo)

Parte introduttiva: suddivisa in capitoli: cenni storici, materie prime,produzione,doppio malto, i macrostili, degustazione, abbinamenti, i bicchieri, i micro in Italia e la loro associazione, i nomi della birra…ecc ecc.
Parte schede: oltre alle informazioni anagrafiche vi è una descrizione delle birre prodotte ed eventualmente dove reperirle.Si descrivono poi la cucina, gli abbinamenti e le varie curiosità legate ad ogni singolo produttore.www.microbirrifici.it

Cui si è aggiunto a inizio 2008

 “tante idee con la pasta artigianale”

pasta artigianale

sempre ed. Gribaudo… un’altra piccola soddisfazione.
Nel 2009, complice un po’ più di tempo libero, escono addirittura tre pubblicazioni sempre per ed Gribaudo

Liquori fatti in casa

scritto a 4 mani con Federico Ricatto,il mago del Vermouth

liquori fatti in casa

Un grazie a Carlo Quaglia, dell’antica distilleria Quaglia per la prefazione e la disponibilità. con una importantissima parte dedicata alle erbe che si è avvalsa della consulenza di Paola Bottero…la mia figliola aspirante alchmista.Veramente un bel libro dal costo contenuto (9,90 €) e dai contenutiimportanti e, perchè no, molto divertenti.

 

 

Birra fatta in casa,

altro libro a 4 mani con Billy alias Matteo Billia il più bravo Birra fatta in casa, il librohomebrewer italiano, ingrado di realizzare semplicemente birre favolose. Anche qui un grazie va ai 12 birrai (come gli apostoli) che gentilmente ci hanno concesso le loro ricette “fatte in casa”. La prefazione è dell’amico Maurizio Maestrelli, grande scrittore di birra. (9,90 €)

 

 

 

manual dela birra

per chiudere l’anno ecco il

“manuale della birra”,

con la collaborazione  di Lorenzo Dabove Kuaska e dell’inseparabile Matteo Billia “Billy” . 288 pagine ricche di informazioni, foto e curiosità sulla birra itaiana e sulla sua evoluzione nell’ultimo decennio. Non vorrei sembrare presuntuoso,ma credo che niente di simile sia mai apparso nelle librerie…un bel  imperdibile volumone (25 €).

Però, mi accorgevo di ricevere sempre più frequentemente email e telefonate da chi “voleva fare le birra” per mestiere. Ho messo insieme molte di queste chiacchierate realizzando la

Guida all’apertura di un microbirrificio – brewpub

Edizione 2011 integrata con le domande dei lettori. Produrre birra in Italia, un business che negli ultimi 10 anni sta diventando sempre più importante ed in grado di offrire nuove ed interessanti possibilità lavorative. Alla domanda “conviene fare la birra”? La risposta è senz’altro si! A patto di sapere bene a cosa si va incontro. Sono cosi tante le variabili in gioco che tenerle tutte sotto controllo, senza la dovuta preparazione ed il dovuto supporto, è quasi impossibile. Questo manuale non ha certo la pretesa di essere un toccasana contro i mali e gli imprevisti imprenditoriali, ma vuole proporsi come una base, sulla quale costruire il proprio spumeggiante futuro. Altre info qui  e qui     http://leliobottero.it/wp/products-page/

da cosa nasce cosa  e, grazie all’editore Araba Fenice ed a La Stampa (oltre agli amici di Liber Lab) nel maggio 2011 vede le stampe

“Bevo Birra”

che, grazie alla diffusione nelle edicole. diventa in breve un vero best seller….

Si tratta di un volumetto economico (9 euro), ma completo e curato molto bene (vedi Liber Lab) rivolto a chi si approccia alla bevanda e vuole saperne di più, sia da un punto di vista storico che produttivo. Imperdibile la parte sulle birrerie storiche italiane realizzata dal grande Michele Airoldi, così come la prefazione del grande amico Paolo Massobrio. Completa la pubblicazione una piccola selezione di 50 microbirrifici con le loro migliori produzioni.

Nel cassetto ho ancora tante cose da terminare, e che forse non finirò mai, ma mille altre ne inizierò cercando di dare un senso compiuto a quelle che riterrò più giuste.

——————————————————
Lo scrivere è come un’arte, occorre avere l’ispirazione, l’intuizione, il piacere di farlo. Senza di esse si ottengono solo degli ottimi lavori, ma privi dell’anima, della soddisfazione interiore che solo certe passioni ti sanno dare.
Molti miei articoli sono apparsi su riviste di elettronica, quali “CQ elettronica” o “Radio Flash”. in particolare ricordo le avventure di “Gufo triste” un prete C.B. che si infilava nei guai più impensabili (unica serie ironica/spiritosa che abbia mai avuto l’onore della pubblicazione su Cq elettronica).Con piacere ricordo anche il corso in 4 parti “navigazione parallela” dedicato alla navigazione in internet o un articolo su un apparato radio portatile (alincodjs41c), pubblicati da “Radio flash” di cui si trovano ancora oggi tracce (e spudorati copia/incolla) un po’ ovunque.
Prima però ci sono un mucchio di altre storie, di racconti, di premi (a dire il vero solo uno, per un racconto dal titolo “i sassi di Lara”) ed anche di piccoli compensi in denaro.