Birre e Formaggi, Diario di un abbiamento vincente

DELEGAZIONE ONAF DI CUNEO

DEGUSTAZIONE DEL 18 APRILE 2013

Formaggi e Birra

Giovedì sera, i tavoli del Giratempo-pub Ristorante di Sant’Albano Stura (CN) erano tutti occupati. Soci ONAF, amici, appassionati di formaggi e birre avevano aderito alla degustazione guidata di una selezione di formaggi delle Fattorie Fiandino di Villafalletto (CN) abbinate ad una selezione di birre artigianali prodotte dal birrificio del Pub.

A guidare la degustazione dei formaggi il vice presidente nazionale ONAF Elio Ragazzoni e per le birre il produttore nonché esperto di birre artigianali Lelio Bottero. Entrambi i prodotti erano accomunati dalla passione dei loro produttori per la qualità degli ingredienti, conoscenza tecnica e capacità innovativa. E il risultato non poteva che essere eccezionale, perché l’abbinamento del formaggio e della relativa tipologia di birra, che ci hanno proposto, sono stati tali da esaltare le qualità di ciascun prodotto, senza mai sovrastare o svilire le qualità dell’altro, anzi si è potuto apprezzare un effetto sinergico che ha appagato gli attenti degustatori. In apertura abbiamo degustato una morbida e cremosa tometta paglierina dai profumi delicati ed una toma tradizionale a latte crudo, morbida e delicata con profumi lattici e di erba appena tagliata.
In abbinamento la birra “Nimbus”, che nasce utilizzando il mosto di uva moscato e dei suoi lieviti aggiunti nella fermentazione, così da offrire profumi intensi fruttati con sentori piacevoli di pesca bianca, alla beva fresca e gradevole con un finale delicatamente amaro. La seconda serie di formaggi era costituita da “L’Ottavio”, un formaggio a latte crudo con birra artigianale e malto d’orzo miscelati prima della cagliata e con crosta delicatamente ricoperta dalla miscela di malto e birra tale da assumere un aspetto di tonalità scura. La pasta era morbida, con note di latte e caffè e profumi delicati di cioccolato. Per contrasto, il quarto formaggio era costituito dal “Gran Kinara” a latte crudo, caglio vegetale (Kinara) e sale marino di Trapani , stagionato da quasi un anno ma dalla consistenza di un prodotto a lunga stagionatura. Gusto pieno ma delicato, con note di erba fresca ed un finale lievemente piccante, ottimo da tavola e da grattugia. In abbinamento la birra ” Manico Rosso” dal colore ambrato per l’uso di malto leggermente tostato, che conferisce note caramellate esaltate dal mosto di uva moscato aggiunto in fermentazione. Prima del gran finale, un intermezzo con una insalatina sfiziosa di verdure, crostini di pane e arancia rossa , seguita da un delicato risotto ” alla blanche” con punte di asparago verde. In abbinamento la birra “Albina” bianca fresca e dissetante per l’impiego di frumento, scorza di arancio e coriandolo, sapientemente dosati. Volutamente poco alcolica, alla beva mostra un gusto pieno e vivace. Finale con formaggio “Lou Blau” ( blu in lingua occitana) un erborinato a latte vaccino prodotto con caglio vegetale , pasta di buona consistenza con striature ben disperse di colore blu intenso, ricco di profumi e sapori in giusto equilibrio e delicata solubilità in bocca. Per finire la degustazione una selezione di “puro cioccolato” Bessone di Vicoforte (CN) che ha accompagnato l’abbinamento del Blu con la birra “Yule”. Una birra scura dal profumo di cacao e cioccolato con gusto pieno ed intenso che termina in un finale dal sapore di liquirizia. Il consistente apporto alcolico valorizza piacevolmente il formaggio erborinato ed esalta le qualità del cioccolato in purezza.


A detta di molti conviviali, una degustazione molto apprezzata, da riproporre anche per chi se l’è persa.
Arrivederci a presto
G.Franco Fortina


Lascia un commento